La Biblioteca Comunale di Laerru, è entrata a far parte del Sistema Bibliotecario dei Comuni dell'Anglona e della Bassa Valle del Coghinas dal 2010

Operatore Comes: Immacolata Spezzigu

Contatti:

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Indirizzo: Via Grazia Deledda, 8 - 07030 Laerru

Telefono: 079 570328

Skype: biblioteca.laerru

Facebook: https://www.facebook.com/biblioteca.laerru/

Orari di apertura

Lunedì 15:30-18:30
Martedì 09:30-12:30 15:30-18:30
Mercoledì 15:30-18:30
Giovedì 15:30-18:30
Venerdì 15:30-18:30

IL TERRITORIO

Nel comune risiedono 904 abitanti, ha una superficie di 20,0 chilometri quadrati per una densità abitativa di 51,45 abitanti per chilometro quadrato. Sorge a 177 metri sopra il livello del mare e dista 43 chilometri da Sassari, capoluogo della omonima provincia cui il comune appartiene. Laerru è anche un buon punto di partenza per raggiungere in poco tempo il mare come Valledoria che dista 20 Km e 30 Km da Badesi, il laghetto e le terme di Casteldoria rispettivamente 8 e 15 Km e altre località della Sardegna interna.

Panorama Laerru -  Foto di Tonella Tanca

LA STORIA

Laerru è un paese di origine antichissima che si trova nel cuore della regione storica dell'Anglona.Secondo il Condaghe di Silki, il primo documento che fa menzione di Laerru sarebbe del XII secolo. Il nome, molto probabilmente, deriva dal latino "alaternus", che significa alaterno, arbusto sempreverde tipico del luogo. Molto nota la produzione artigianale della radica sarda con la quale vengono prodotte pipe pregiate note in tutto il mondo. Come molti centri dell'isola anche Laerru ha conosciuto una storia analoga; la curadoria di Anglona sotto il regno giudicale di Torres, il passaggio degli aragonesi e così via. Con il declino della corona iberica, la Sardegna passò ai Savoia.

I MONUMENTI

I siti archeologici: è opinione comune di archeologi e paleontologi che il terrtorio di Laerru sia come uno scrigno di tesori. Già dai primi anni del novecento grazie ad Antonio Taramelli e Edoardo Benetti venne avviato un primo censimento di nuraghi, tombe di giganti e domus de janas. con gli scavi e le scoperte Laerru può vantare un'altissima concentrazione di monumenti e attrazioni naturali: come la Grotta di Su Coloru o la Foresta Pietrificata. Da visitare l'altipiano di Tanca Manna, zona ricca di macchia mediterranea, fonti e grotte. Le più note sono la grotta di "Su Coloru", una delle più grandi cavità carsiche della Sardegna, e la grotta di "Conca 'e caddu" situata alle pendici dell'altipiano. Nel territorio comunale si contano 13 nuraghi. Particolarmente suggestiva è la foresta pietrificata e i resti archeologici rinvenuti sul Monte Ultana: diverse domus de janas, una tomba di giganti e un tempio nuragico.

I monumenti: interessante la Parrocchiale di Santa Margherita, nota per le due cappelle gotico-aragonesi.

Chiesa Parrocchiale Santa Margherita - Foto di Tonella Tanca

La piccola chiesa del Rosario edificata nel XVII secolo.

Chiesa del Rosario - Foto di Tonella Tanca

La chiesa di Santa Croce.

Chiesa di Santa Croce - Foto di Tonella Tanca

La chiesa di San Sebastiano che l'incuria dell'uomo e il tempo ha trasformato in pochi ruderi. Tra le chiese campestri si ricordano: S.Ciriaco, San Michele, S.Teodora e S. Antonio.

SAGRE E SPETTACOLI

Febbraio - Marzo: Legata al calendario tradizionale è la festa di carnevale, i cui preparativi impegnano tutta la comunità.

24 Giugno: festa in onore di San Giovanni, nota per il banchetto a base di pecora bollita offerta nella piazza del paese.

20 Luglio: festa in onore del patrono del paese, Santa Margherita.

Ultimo fine settimana di agosto, si svolgono le feste dedicate a Santa Lucia e Sant'Isidoro, la prima protettrice dei giovani, il secondo è il santo protettore dei contadini.

Nel territorio, tutti gli appassionati di attività equestri devono fare riferimento a Laerru e al suo centro ippico, si possono incontrare e conoscere bravi istruttori di maneggio.



Testi e Fotografie di Tonella Tanca

Copyright © 2011 Unione dei Comuni dell\'Anglona e della Bassa Valle del Coghinas. Tutti i diritti riservati.
Realizzazione Sito Web a cura di So.Se.Bi. Srl su piattaforma software Joomla!
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.