La Biblioteca Comunale di Santa Maria Coghinas, è entrata a far parte del Sistema Bibliotecario dei Comuni dell'Anglona e della Bassa Valle del Coghinas dal 2010.

Operatore Comes: Alessia Dongu

Contatti:

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Indirizzo: Via De Gasperi, 2 - 07030 Santa Maria Coghinas

Telefono: 079 5850037

Skype: biblioteca.smcoghinas

Facebook: https://www.facebook.com/Biblioteca-Santa-Maria-Coghinas-572534492879863/?fref=nf

Orari di apertura

Martedì 09:00-13:00
Mercoledì 15:30-19:30
Giovedì 15:30-19:30

IL TERRITORIO

Santa Maria Coghinas è un piccolo paese di circa 1438 in provincia di Sassari nel nord della Sardegna a soli 5 km dal mare. Il Paese sorge su un territorio pianeggiante ai piedi delle colline che delimitano la fertile valle alluvionale cinta a occidente dal fiume Coghinas. Nel territorio si possono ammirare due chiese romaniche, quella di Santa Maria delle Grazie che conserva la facciata gotica e da cui avrebbe preso il nome il paese come racconta la leggenda e quella di San Giovanni ubicata presso le Terme di Casteldoria, le cui rinomate sorgenti termali sono da sempre conosciute per le loro qualità terapeutiche. Al di sopra delle terme su una collina di 228 m troviamo Il Castello Doria, fondato nel XII secolo da Brancaleone Doria, sposato ad Eleonora D'Arborea, restaurato nel 1354 da re Pietro D'Aragona e demolito dai piemontesi alla fine del 700. Troviamo nel paesaggio collinare la rigogliosa macchia mediterranea con ogliastri, sugheri e ancora lentisco, cisto e alaterno.

LA STORIA

Noto centro medioevale, abbandonato verso il 400 è stato ripopolato agli inizi dell'800 da un modesto gruppo di pastori della Gallura meridionale. L'evoluzione del paese ha proceduto parallelamente al recupero dei suoi fertili suoli alluvionali, i quali pressochè inutilizzati sin dall'inizio del primo dopoguerra risultano oggi intensamente coltivati, vi prevalgono accanto a taluni tratti di vigna le distese a carciofo. Santa Maria Coghinas prende il nome dalla Chiesa della Madonna delle Grazie. Secondo la leggenda, intorno all'anno 1000 un gruppo di pastori mentre pascolava le greggi lungo le rive del fiume Coghinas, in piena per le piogge, scorse all'improvviso una cassa che galleggiava sulle acque del fiume, recuperatala vi rinvenirono una statua lignea della madonna delle Grazie. La chiesetta romanica dedicata alla Madonna delle Grazie fu costruita nel punto in cui la statua si era poggiata.

I MONUMENTI

Il territorio di Santa Maria è ricco di nuraghi e siti archeologici.

Ricordiamo gli imponenti ruderi del Castello dei Doria.

Foto Alessia Dongu

I resti del ponte romano conosciuto come Il Ponte dei Raminai. Nel territorio sono presenti le due chiese romaniche di San Giovanni e della Madonna delle Grazie. La chiesetta romanica dedicata alla Madonna delle Grazie fu costruita nel punto in cui la statua si era poggiata. Questa chiesa è stata restaurata nel 2002, conserva la facciata gotica e al suo interno si può ammirare il simulacro della Vergine.

Foto Wikipedia

SAGRE E SPETTACOLI

25 Aprile: Sagra del Carciofo Spinoso.

01 Maggio: Festa Patronale Madonna Delle Grazie.

25 Giugno: Festa San Giovanni Battista

12 Agosto: Sagra del Cinghiale.

17-20 Settembre: Festa Madonna delle Grazie.


Fonte: http://www.comunesmcoghinas.it

Copyright © 2011 Unione dei Comuni dell\'Anglona e della Bassa Valle del Coghinas. Tutti i diritti riservati.
Realizzazione Sito Web a cura di So.Se.Bi. Srl su piattaforma software Joomla!
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.